Camminata urbana

DOMENICA 22 SETTEMBRE - PIACENZA

MEMORIE DAL SOTTOSUOLO

Nelle viscere della città sulle tracce della piacenza romana e medievale

In occasione del weekend del 21 e 22 settembre, il TOURING CLUB ITALIANO organizza la manifestazione “UN GIORNO PER BENE”, in cui saranno aperti al pubblico, in tutto il Paese, numerosi monumenti e siti di interesse culturale. A Piacenza, la nostra associazione Archistorica ha collaborato con il T.C.I. realizzando l’itinerario "MEMORIE DAL SOTTOSUOLO". Un percorso completamente inedito, curato e condotto dal nostro Arch. Manrico Bissi, che Vi condurrà nelle viscere di Piacenza tra cripte e cantine, per riscoprire le tracce perdute dell’antica città romana e alto-medievale. Il percorso ricostruirà le fasi evolutive di S. Maria in Cortina, svelando poi le mura tardo-romane sotto l'oratorio di S. Giorgino e la cripta alto-medievale di S. Croce a Porta Nuova (S. Rocco). Il percorso si concluderà alle ore 18,00 nel pregevole oratorio di S. Cristoforo di via A. Genocchi.

Essendo gli spazi di ridotte dimensioni, SI RACCOMANDA LA PRENOTAZIONE in quanto i posti disponibili sono limitati a 150; si ricorda di indicare nome e numero degli interessati e un riferimento telefonico.

Partenza e termine del percorso

  • Partenza: ritrovo ore 14:30 in Piazza Sant'Antonino con partenza alle ore 15:00

  • CONCLUSIONE: ore 18:30 presso la Biblioteca Comunale Passerini Landi

Quote di partecipazione

  • Soci Archistorica o Touring Club : € 5,00

  • Soci Memorie di Parma: € 6,00

  • Non soci o rinnovi: € 9,00 (€ 4 per tessera associativa valida sino al 31/12/2019 + € 5 di quota di partecipazione)

  • Per info o prenotazioni: 331 96 61 615 - 329 12 95 782 - 366 26 41 239 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Associazione Culturale Archistorica

Via Angelo Genocchi, 52 - 29121 Piacenza
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | C.F. 91108570333
© 2019 tutti i contenuti del sito sono di proprietà di Archistorica.

Con il contributo di